Menu
Oggi in TV
Get it on Google PlayGet it on iTunes
intrattenimento, fiction Romanzo criminale s1e11 Sky Atlantic Maratone

Romanzo criminale s1e11

Romanzo criminale s1e11
S1 Ep11 - Il nipote di un vecchio boss viene ucciso, e 'il Puma' si convince che il colpevole sia il Libano che rischia la vita malgrado la Banda questa volta non c'entri nulla. Intanto il Freddo medita di andarsene per sempre. Prox ed ultimo Ep. 20 ott 05:00.

Giorno

mercoledì 20 ottobre 2021, 05:10

Durata

50'

Titolo originale

Romanzo criminale

Paese

Italia

Anno

2005

Regia

Michele Placido

Casa di produzione

Michele Placido

Musica

Paolo Buonvino

Voto

7.2 / 10

Descrizione

Romanzo criminale è un film del 2005 diretto da Michele Placido tratto dall'omonimo romanzo del 2002 scritto da Giancarlo De Cataldo ed edito dalla casa editrice Einaudi.

Trama

Roma, fine anni sessanta. Quattro ragazzini rubano un'auto e a un posto di blocco investono un agente, per poi andare a sbattere violentemente contro una vettura ferma; riescono comunque a scappare e a nascondersi nel loro rifugio, una roulotte vicino alla spiaggia di Castel Fusano, dove decidono i loro soprannomi: si chiameranno il Libanese, il Dandi, il Freddo e il Grana. Poco dopo arriva la polizia: Libano rimane ferito ad una gamba, Freddo viene fermato, Dandi scappa e Andrea, vero nome del Grana, muore per le ferite riportate durante il precedente scontro con l'auto rubata.Diventati adulti, Libano attende Freddo all'uscita del carcere e, insieme a Dandi, a Bufalo, ai fratelli Ciro e Aldo Buffoni e altri piccoli criminali della malavita romana organizzano un sequestro di persona: reclutato il Nero, uno spietato neonazista esperto in arti marziali, rapiscono il barone Rosellini, un ricco possidente, che uccidono ancor prima di aver ottenuto il riscatto.Invece di sperperare la parte spettante ad ognuno, Libano propone di formare una banda e di investire gran parte del riscatto nel traffico dell'eroina mettendo in piedi una vera e propria organizzazione criminale che riesce in poco tempo ad assumere il controllo assoluto del traffico di droga a Roma estromettendo ed eliminando fisicamente i vecchi boss. L'unico a non accettare di entrare nell'organizzazione è il Nero. Presto le mire della banda si espandono verso altri campi, come quello della prostituzione e del gioco d'azzardo, e si alleano con Cosa Nostra tramite il boss Zio Carlo, oltre ad ottenere la protezione degli "uomini senza volto" a cui lo Stato, nella persona del misterioso dottor Carenza e de il Vecchio, affida lavori segreti e sporchi. Grazie all'approvazione di Zio Carlo, Freddo e Libano uccideranno il Terribile, il boss che controllava la droga a Roma e che li aveva denunciati per riprendersi il potere sulla capitale.Nasce così la leggenda della banda della Magliana, le cui vicende si intrecceranno con gli avvenimenti più misteriosi della storia d'Italia per oltre venticinque anni tra cui l'omicidio di Aldo Moro e la strage di Bologna. L'unico a capire quanto la banda sia importante nell'oscuro scacchiere in cui si muove nonostante la diffidenza dei suoi superiori è il commissario Scialoja il quale, durante le indagini, inizia un'ambigua relazione con la prostituta d'alto bordo Patrizia, donna di Dandi.Con il rafforzarsi della banda cresce anche l'ambizione di Libano, che osa sempre di più, ma contemporaneamente Freddo si innamora dell'innocente Roberta con la quale vorrebbe ritirarsi, disgustato dalla connivenza della banda con la mafia e i politici ma soprattutto per non essere ancora una volta pedina in occulti giochi di potere. Libano, tuttavia, viene accoltellato da Gemito, uno dei suoi scagnozzi, per un debito di gioco non onorato. Nonostante i tentativi di Freddo e Dandi, la scomparsa del Libanese segna comunque l'inizio della fine: grazie alle rivelazioni del Sorcio, assaggiatore di eroina per la banda e divenuto successivamente collaboratore di giustizia, tutta la banda viene arrestata e condannata ad eccezione di Dandi, protetto dalle alte amicizie, il quale troverà comunque la morte anni dopo per mano di Bufalo.Freddo, pur di evadere e rivedere Roberta, si inietta del sangue infetto, fornito da un medico cocainomane nelle mani di Dandi, pur sapendo che lo avrebbe condotto alla morte nel giro di poco tempo: quando, infatti, si rende conto del progredire della malattia, Freddo abbandona la donna della sua vita per evitarle altro dolore. Spinto dalla morte di Roberta, uccisa da un'autobomba piazzata da Ciro Buffoni per vendicare l'uccisione del fratello, ammazzato da Freddo per aver spacciato all'insaputa della banda, Freddo decide di confessare tutto a Scialoja (che nel frattempo ha fatto carriera e continua a vedere Patrizia), ma viene assassinato dai servizi segreti subito dopo aver ucciso Ciro Buffoni.

Attori

Kim Rossi Stuart
Kim Rossi Stuart
Francesco Avolio, detto "Il Freddo"
Pierfrancesco Favino
Pierfrancesco Favino
Cesare Rocchi, detto "Il Libanese"
Claudio Santamaria
Claudio Santamaria
Bruno De Magistris, detto "Il Dandi"
Stefano Accorsi
Stefano Accorsi
Commissario Nicola Scialoja
Riccardo Scamarcio
Riccardo Scamarcio
Il Nero

Oggi in tv - la tua guida tv

Get it on Google PlayGet it on iTunes