Menu
Oggi in TV
Get it on Google PlayGet it on iTunes
intrattenimento, mondo e tendenze Cento 30 s4e2 Pesca

Cento 30 s4e2

Cento 30 s4e2
Ep. 2 Sibbo Lake - Matteo De Falco ed Enrico Pini sono in una delle mete considerate piu' interessanti per la pesca al luccio, il lago Sibbo, in Svezia. Prox Ep. 20 ott 22:30. Rep. 18 ott 23:30

Giorno

lunedì 18 ottobre 2021, 17:20

Durata

30'

Titolo originale

I cento passi

Paese

Italia

Anno

2000

Regia

Marco Tullio Giordana

Casa di produzione

Marco Tullio Giordana

Musica

Giovanni Sollima

Descrizione

I cento passi è un film del 2000 diretto da Marco Tullio Giordana dedicato alla vita e all'omicidio di Peppino Impastato, attivista impegnato nella lotta alla mafia nella sua terra, la Sicilia.

Trama

Il giovane Peppino Impastato vive a Cinisi negli anni '70 cercando di sfuggire all'inesorabile legame con l'ambiente mafioso che il padre Luigi, un po' per inerzia, un po' perché ha una famiglia con una moglie e due figli da proteggere, non ha la forza di rompere. Anche di fronte alla vulnerabilità sua e della propria famiglia, Peppino, animato da uno spirito civico irrefrenabile, non esita, con l'involontaria complicità del fratello Giovanni, ad attaccare i mafiosi di Cinisi ed a denunciarne pubblicamente le malefatte.Il percorso "controcorrente" di Peppino nasce quando, da bambino, vede scorrere davanti a sé gli albori della lotta politica contro la mafia e il potere a essa colluso, lotta a cui poi prenderà attivamente parte diventato prima adolescente e poi adulto. Dopo la morte violenta dello zio capomafia don Cesare Manzella, saltato in aria su un'Alfa Romeo Giulietta all'interno della quale era stato messo un ordigno esplosivo, l'incontro con il pittore comunista Stefano Venuti, il rifiuto del padre biologico e della famiglia intesa in senso mafioso e il formarsi con il pittore idealista, suo vero "padre etico", sono i punti di svolta della vita di Peppino, che lo segneranno per il resto della sua esistenza.Successivamente il giovane Impastato scrive articoli, uno dei quali è intitolato La mafia è una montagna di merda, che lo rendono malvisto agli occhi della criminalità. Peppino apre poi Radio Aut, emittente dai microfoni della quale attacca e prende in giro la mafia, in particolare il capomafia del suo paese Gaetano Badalamenti, "don Tano", e denuncia i suoi atti criminali. Candidatosi alle elezioni comunali per il partito Democrazia Proletaria, la sua frase «noi comunisti perdiamo perché ci piace perdere», pronunciata durante un comizio, sembra quasi un preludio alla sua tragica morte, avvenuta a campagna elettorale ancora in corso, con un attentato realizzato in modo da far credere che fosse un suicidio, nella stessa notte in cui le Brigate Rosse uccidono il politico Aldo Moro e ne fanno ritrovare il corpo in via Caetani a Roma, in quanto Peppino era ormai diventato troppo scomodo per i mafiosi e il padre, che era morto in un oscuro incidente, non lo poteva più proteggere da don Tano.

Attori

Luigi Lo Cascio
Luigi Lo Cascio
Peppino Impastato
Luigi Maria Burruano
Luigi Maria Burruano
Luigi Impastato
Lucia Sardo
Lucia Sardo
Felicia Bartolotta
Paolo Briguglia
Paolo Briguglia
Giovanni Impastato
Tony Sperandeo
Tony Sperandeo
Gaetano Badalamenti

Oggi in tv - la tua guida tv

Get it on Google PlayGet it on iTunes