Menu
Oggi in TV
Get it on Google PlayGet it on iTunes
film, thriller Velluto blu Premium Cinema 2

Velluto blu

Velluto blu
Controverso cult movie anni '80 del visionario D. Lynch, con Dennis Hopper e I. Rossellini. Un viaggio nei meandri piu' cupi di una cittadina americana. Regia di D. Lynch; USA 1986

Giorno

sabato 16 ottobre 2021, 13:21

Durata

118'

Titolo originale

Velluto blu

Anno

1986

Voto

7.7 / 10

Descrizione

Velluto blu (Blue Velvet) è un film del 1986 scritto e diretto da David Lynch.

Trama

Il giovane studente Jeffrey Beaumont torna nella città natale di Lumberton dal collegio di Oak Lake per assistere il padre, colpito da un malore. Di ritorno dall'ospedale, il ragazzo attraversa un terreno abbandonato e lì, in mezzo all'erba, scopre un orecchio umano mozzato. Jeffrey raccoglie il macabro reperto e lo porta al detective di polizia John Williams. In seguito fa anche la conoscenza di Sandy, la figlia di questi. Sandy, che ha avuto modo di ascoltare i discorsi del padre, riferisce a Jeffrey diversi dettagli su una donna di nome Dorothy Vallens, che lavora come cantante di nightclub e potrebbe essere collegata al caso dell'orecchio ritrovato. Sempre più curioso, Jeffrey va all'appartamento di Dorothy e riesce a convincerla a farlo entrare fingendosi un disinfestatore. Mentre Dorothy è distratta da un uomo vestito con un abito giallo che bussa alla sua porta (e che Jeffrey da allora in poi chiamerà "l'Uomo in Giallo"), Jeffrey ruba il duplicato della chiave dell'appartamento.Jeffrey e Sandy vanno poi al nightclub nel quale lavora Dorothy, la guardano esibirsi a cantare Blue Velvet e se ne vanno molto prima della fine dello spettacolo, in modo che Jeffrey possa intrufolarsi nel suo appartamento a curiosare. Il ragazzo, colto di sorpresa dal ritorno a casa di Dorothy, si nasconde in un armadio e assiste ad una concitata telefonata tra lei e un misterioso interlocutore di nome Frank. Poco dopo Jeffrey viene scoperto da Dorothy, che lo minaccia con un coltello. Credendo che la curiosità del ragazzo sia solo di carattere sessuale e stuzzicata dal suo voyeurismo, Dorothy costringe Jeffrey a spogliarsi e comincia ad avere con lui un approccio, ma è interrotta da un colpo alla porta.Dorothy fa quindi nascondere nuovamente Jeffrey nell'armadio, e accoglie il visitatore, ossia l'uomo con cui stava parlando al telefono: si tratta di Frank Booth, un pericoloso criminale con tendenze psicotiche con il quale Dorothy ha un morboso rapporto di sesso e di violenza. Dal suo nascondiglio, Jeffrey assiste alle bizzarre inclinazioni del pazzo, che includono l'inalazione di un gas non ben identificato, e atti sadomasochisti con Dorothy. Frank sembra inoltre dotato di una doppia personalità: durante i suoi abusi, si riferisce costantemente a Dorothy come "mamma" e a se stesso come "papà" e "bambino". Si scoprirà inoltre che Frank ha rapito il marito e il figlio di Dorothy per costringerla a sottostare alle sue perversioni. Quando Frank se ne va, Dorothy cerca di sedurre di nuovo Jeffrey e chiede di essere picchiata anche da lui, ma al suo rifiuto gli dice di andarsene. Quando Jeffrey fa per andarsene, lei gli chiede di restare, ma lui non l'ascolta.Jeffrey racconta parzialmente la sua esperienza a Sandy, chiedendole in preda allo sconforto perché al mondo esistano persone come Frank. Sandy, a sua volta, gli racconta di un sogno meraviglioso che aveva fatto e nel quale vedeva tanti bellissimi pettirossi, e che lei interpreta come un segno di speranza per l'umanità. Tra Jeffrey e Sandy nasce un'attrazione, anche se Sandy ha un fidanzato. Jeffrey in seguito visita di nuovo l'appartamento di Dorothy, che comincia ad essere attratta dal ragazzo. Jeffrey poi assiste ad un'altra delle prestazioni di Dorothy al club, dove canta la stessa canzone. Al club, Jeffrey vede Frank in mezzo al pubblico, che accarezza un pezzo di tessuto di velluto blu che ha tagliato dalla veste di Dorothy la notte in cui Jeffrey si è nascosto nell'armadio.Jeffrey da allora comincia a seguire Frank e trascorre i successivi giorni a spiare i movimenti suoi e di due uomini - l'Uomo in Giallo e un altro individuo che Jeffrey comincia a chiamare "l'Uomo Elegante" - che si aggirano davanti ad un edificio industriale che Frank frequenta spesso. Jeffrey capisce quindi che gli uomini sono soci dei loschi affari di Frank. Il ragazzo mette quindi Sandy al corrente dei suoi nuovi risultati, e tra i due scappa un bacio, breve e pieno di disagio. Jeffrey torna poi da Dorothy, ed ha un rapporto sessuale con lei. La donna gli chiede con insistenza sempre maggiore di colpirla, e Jeffrey in un impeto di rabbia e di passione la colpisce con violenza, rimanendo inorridito dal suo gesto, mentre Dorothy mostra di trarre piacere dal dolore del colpo. Jeffrey, dopo uno scambio affettuoso di parole con Dorothy, che gli chiede di esserle amico e non abbandonarla, viene sorpreso da Frank, arrivato all'appartamento insieme a tre suoi scagnozzi.L'uomo, folle di gelosia, costringe Dorothy e Jeffrey a salire in macchina con loro, e ad andare a casa di Ben, un uomo effeminato molto elegante e "soave" (come Frank lo definisce), socio in affari di Frank e che tiene il figlio di Dorothy prigioniero in casa sua. Dopo una serie di umiliazioni inflitte a Jeffrey dai due malviventi, Ben, su esortazione di Frank, si esibisce in un numero di canto in playback della canzone In Dreams, di Roy Orbison, cui Frank assiste piangendo commosso, per poi interrompere rabbiosamente la canzone. Poco dopo Frank porta Jeffrey e Dorothy in un deposito di legname e comincia a molestare Dorothy. Nel vedere questa ennesima perversione, Jeffrey reagisce con rabbia e colpisce Frank con un pugno in faccia. A questo punto, su esortazione del loro capo, i compari di Frank trascinano Jeffrey fuori dalla macchina: il folle criminale comincia a baciarlo furiosamente e gli intima di non avvicinarsi più a Dorothy o, in caso contrario, lo ucciderà. Poi, dopo aver ascoltato alla radio una nuova volta la canzone In Dreams, Frank comincia a picchiare selvaggiamente Jeffrey, incurante delle suppliche di Dorothy.Il malconcio ragazzo si risveglia il giorno dopo nello stesso luogo dove è stato portato la sera precedente, e riesce a tornare a casa, scoppiando a piangere per il senso di colpa e la disperazione. Si reca poi alla stazione di polizia, dove si accorge che il collega del padre di Sandy è in realtà l'Uomo in Giallo, il tenente detective Tom Gordon, in affari con Frank e quindi corrotto. Più tardi, a casa di Sandy, il padre è stupito dalla storia di Jeffrey, ma mette in guardia Jeffrey ordinandogli di smettere di indagare per conto suo, per non mettere in pericolo se stesso e le indagini. Jeffrey e Sandy vanno poi insieme ad una festa e lì dichiarano l'amore che provano l'uno per l'altra, finendo per scontrarsi con il fidanzato di Sandy. La lite è scongiurata quando il gruppo trova Dorothy, nuda e malconcia, sul prato davanti a casa di Jeffrey. Appena cosciente, Dorothy chiama Jeffrey "il mio amante", rivelando così la sua intimità con Jeffrey, cosa che sconvolge Sandy, che però finisce per perdonare Jeffrey.Jeffrey insiste a voler ritornare a casa di Dorothy e dice a Sandy di mandarvi il padre e alcuni agenti di polizia. A casa di Dorothy, Jeffrey si trova davanti ad un orrendo spettacolo: il cadavere del marito di Dorothy, ucciso con un colpo di pistola alla testa e identificabile dal suo orecchio mancante, e l'Uomo in Giallo, ancora vivo ma con un'orribile ferita alla testa, probabile risultato di una lobotomia eseguita con mezzi di fortuna. Jeffrey cerca allora di andarsene dall'appartamento, ma vede l'Uomo Elegante salire le scale e riconosce in lui Frank sotto mentite spoglie. Jeffrey informa per radio il detective Williams riguardo all'Uomo in Giallo, comunicandogli la sua posizione all'interno dell'appartamento. Frank entra nell'appartamento e si vanta di aver sentito la posizione di Jeffrey sulla propria radio della polizia.Mentre Frank lo cerca per tutta la casa, Jeffrey recupera la pistola dell'Uomo in Giallo e si nasconde nello stesso armadio in cui si era nascosto durante la sua prima visita in quella casa. Frank, ormai completamente impazzito, comincia a sparare colpi a caso, finendo l'Uomo in Giallo. Apre poi la porta dell'armadio, e Jeffrey gli spara alla testa, uccidendolo sul colpo. Il detective Williams, con la pistola spianata, entra con Sandy un attimo dopo. In quello che apparentemente sembra essere il giorno successivo alle vicende, Jeffrey si desta da un pisolino finalmente libero dall'incubo. Sandy lo invita ad ammirare l'insolito affluire dei pettirossi nei cieli della loro città, mentre il padre di Jeffrey comincia a riprendersi dalla malattia e Dorothy ritrova suo figlio.

Oggi in tv - la tua guida tv

Get it on Google PlayGet it on iTunes