Menu
Oggi in TV
Get it on Google PlayGet it on iTunes
film Serafino Cine 34

Serafino

Serafino è un pastore anticonformista che ha molto successo con le donne e che i parenti cercano di far passare per matto. Sullo sfondo la netta contrapposizione tra città e campagna.

Canale

Cine 34

Giorno

domenica 16 maggio 2021, 21:04

Durata

110'

Titolo

Serafino

Paese

Italia

Anno uscita

1968

Produttore

Angelo Rizzoli (1889-1970); Angelo Rizzoli

Regista

Pietro Germi

Descrizione

Serafino è un film del 1968 diretto da Pietro Germi.

trama

Sulle montagne al confine tra Lazio, Abruzzo, Umbria e Marche, nel Comune di Arquata del Tronto, vive il giovane Serafino Fiorin, pastore del gregge dell'avido zio Agenore e della bonaria zia Gesuina; egli, tornato dal servizio militare a Milano, congedato anzitempo per insufficienza mentale, rivede e diventa l'amante della cugina Lidia, figlia di Agenore. Nel frattempo, Serafino ha modo di reincontrare e riallacciare una relazione anche con Asmara, una prostituta che, non si sa se volentieri o malvolentieri, fa questo mestiere per garantire un futuro ai suoi quattro bambini. Quando la zia Gesuina muore d'infarto, Serafino, che era il suo prediletto, si trova erede di tutti i suoi beni e comincia a fare una generosa beneficenza ai suoi amici più poveri, arrivando però a dar l'impressione di voler dilapidare il patrimonio: proprio per questo, zio Agenore riesce a fare interdire il nipote. Questo avvenimento non turba, però, Serafino, che, una sera, accetta di passare la notte nella camera di Lidia: lì, però, lo aspetta lo zio Agenore, che lo costringe ad accettare le nozze con la figlia. Giunto in chiesa per il matrimonio, Serafino dice "sì" molte volte, ma in modo sbagliato, davanti al celebrante. Sposerà alla fine Asmara, per creare insieme a lei un nuovo tipo di famiglia, adatto al suo spirito indipendente e scanzonato.

Genere

commedia

Attori

Adriano Celentano: Serafino Fiorin, Ottavia Piccolo: Lidia, Saro Urzì: zio Agenore; padre, Francesca Romana Coluzzi: Asmara, Amedeo Trilli: oste, Gino Santercole: caporale

Musica

Carlo Rustichelli

Oggi in tv - la tua guida tv

Get it on Google PlayGet it on iTunes